Il Metodo Bates Originale

image_pdf

vista perfetta senza occhialiDi quando in quando in Rete o sulla stampa in generale spunta un articolo o un testo, un libro o un video o un DVD, o altro materiale, che si rifà al famigerato “Metodo Bates” scoperto dallo straordinario medico oculista W.H. Bates, morto nel 1931 a New York.

Il fatto è che la totalità di questi articoli o testi che parlano del “Metodo Bates” in realtà ha ben poco a che fare con ciò che il vero Dott. Bates ebbe modo di sperimentare e di tramandare alla posterità attraverso le sue pubblicazioni originali.

L’oculista newyorchese infatti ha un primato assoluto difficilmente uguagliabile: da un lato fu un grande genio che scoprí la radice mentale del problema visivo ed escogitò un insieme sterminato di “metodi scientifici” da praticare per ottenere una cura, ma dall’altro fu anche definitivamente osteggiato dai suoi colleghi medici che ne negarono in larghissima parte la pur minima validità e fecero di tutto per screditarlo, costringendolo a una morte professionale crudele che anticipò di poco il vero decesso fisico; ciò detto come premessa, il vero scandalo batesiano fu che dopo la sua morte, tempo alcuni anni, cominciarono a fiorire in tutto il mondo dei personaggi di lui emuli (esclusivamente persone non legate alla professione medica) che piú o meno in buona fede desiderarono continuarne il lavoro, operando delle modifiche alle procedure originali da lui indicate quando era vivo e vegeto e il suo movimento trionfante.  Lo scandalo è che le modifiche apportate al lavoro di Bates anziché arricchirlo e facilitarlo, lo distrussero sin dalle fondamenta, garantendogli paradossalmente una enorme popolarità, oseremo dire blasfema, a scapito della vera efficacia e a totale detrimento del suo nome e della sua onorabilità.

Per motivi di carattere sostanzialmente commerciale, a partire dal 1938 e sempre di piú fino ai giorni nostri, il lavoro di Bates è stato continuamente saccheggiato, censurato e obnubilato non già dai suoi detrattori (gli oculisti ufficiali appartenenti alla scienza medica consolidata) ma dai suoi cosiddetti estimatori, una serie di figure ambigue che hanno assunto via via vari nomi quali “insegnanti Bates”, “facilitatori Bates”, “educatori visivi”, “ri-educatori visivi”, o hanno usato discipline assai distanti quali “ginnastica oculare”, “yoga per gli occhi”, “allenamento visivo”, eccetera eccetera…

È questo il pazzesco record del Dott. Bates:  essere morto due volte, la prima volta per mano dei suoi colleghi quando era in vita, la seconda volta per mano dei suoi seguaci, subito appena morto!

Sarebbe troppo lungo per un angusto spazio come questa minima pagina web elencare qui le storture e le imprecisioni, le incongruenze e le millanterie, che consentirebbero di distinguere la versione originale del metodo di Bates da quella commerciale propagandata da questi ambigui operatori sotto il nome di “Metodo Bates”.  Fortunatamente da alcuni anni ci sono altri spazi in Rete e in libreria che invitiamo tutti i lettori interessati a visitare.  Ma per dare una idea sommaria delle malvagità commesse si consideri sufficiente elencare almeno tre concetti alla base del Metodo Originale che sono stati subito cassati dagli usurpatori per timore di (… lasciamo al lettore le congetture necessarie a concludere questo ragionamento):

  • Il primo requisito essenziale per la Cura originale secondo il vero metodo di Bates è l’eliminazione degli occhiali da vista e di tutti gli altri supporti piú o meno dannosi che si utilizzano per aiutare l’occhio difettoso.  Nelle versioni non veritiere del Metodo questo presupposto non viene nemmeno discusso, anzi, si incoraggiano le persone a portare comunque gli occhiali “perché altrimenti il cervello si dimentica come si vede” (sic!).
  • Un secondo requisito essenziale per avere una qualche speranza di miglioramento del difetto oculare che sia degno di questo nome potrebbe essere la necessità che il candidato alla cura della vista con il vero metodo di Bates punti alla guarigione perfetta del suo difetto, per raggiungere un livello di visione che si avvicini ai 20/10 (venti decimi), il doppio dello standard definito normale dai medici, e non debba mai accontentarsi di imprecisabili e antiscientifici “miglioramenti”, come invece ci viene annunciato dai predicatori del falso “Metodo Bates”.
  • Un terzo requisito essenziale per capire in profondità che cosa si celi dietro alla vera cura della vista scoperta da Bates potrebbe essere l’altrettanto assoluta necessità da lui raccomandata di imparare a guardare il sole, che è una facoltà che tutti hanno in condizioni di salute normale ma che tutti gli “operatori” del Metodo Bates non originale hanno pensato bene di eliminare dalle loro vuote routine, spacciando addirittura la falsità offensiva che il Dott. Bates stesso avesse nel corso del tempo “abiurato” a questa fondamentale idea terapeutica (sic!).

Questi sono solo tre esempi che servono per mettere in guardia il lettore e renderlo informato di quello che può “trovare” nel mercato italiano e mondiale sotto alla dicitura “Metodo Bates”.

Fortunatamente, però, un editore italiano sin dal 2002 ha avuto la eccellente idea di pubblicare per la prima volta il vero contenuto dell’opera batesiana, interpretandola in senso letterale e scientifico, prediligendo la fedeltà assoluta al testo originale (ad apparente discapito della forma della lingua italiana) piuttosto che improbabili operazioni di “riscrittura” o di cattiva interpretazione, e dando cosí la possibilità a chiunque di farsi una propria idea e iniziare a sperimentare su se stesso con i materiali originali, rischiando sí di fare degli errori, ma costringendosi ad assumersi le proprie responsabilità, unico vero modo per imparare ed evolvere nella vita.

L’editore che ha pubblicato l’opera omnia di Bates in lingua italiana in versione letterale e integrale ha anche pensato bene di tutelare la sua produzione attuale escogitando un “marchio commerciale” che lo potesse distinguere da tutti gli altri e potesse garantire l’originalità della sua attività.  Questo marchio è stato registrato con il nome “Sistema Bates”® e si prefigge di “difendere” il “Metodo Bates Originale” da tutte le altre forme commerciali non fedeli ai lavori del Dott. Bates, da lui pubblicati quando era vivo.

Questa situazione potrebbe apparire “sgradevole”, e lo è, ma a questo si è dovuti ricorrere per fare sì che il più vasto pubblico, che si sente inspiegabilmente attratto dal nome di Bates, si possa interrogare in prima persona per formarsi una sua opinione su che cosa sia effettivamente la cura scoperta da Bates e su come applicarla al meglio nel suo caso individuale.

Acquista qui il libro originale Vista Perfetta Senza Occhiali

Leggi anche l’articolo:

linea orizzontale grafica

Medicinenon.it e Arnoldehret.it sono due siti di Luciano Gianazza.

Medicinenon.it è da molti anni un punto di riferimento per chi vuole liberarsi della disinformazione e poi acquisire la corretta conoscenza.

ArnoldEhret.it è il sito ufficiale degli insegnamenti di Arnold Ehret, raccolti nei suoi libri, fra i quali Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco è un best seller internazionale. Arnold Ehret ha ritrovato il sentiero, di cui si era persa ogni traccia secoli fa, che porta all'alimentazione naturale dell'Uomo e alla salute perfetta in quanto ripristina la naturale capacità del corpo umano di disintossicarsi da tossine e veleni. In questo mondo avvelenato, il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco fornisce i fondamenti per un'alimentazione e stile di vita che sono essenziali per la buona riuscita dei vari protocolli di disintossicazione.

Tutti i libri originali di Arnold Ehret sono reperibili sul sito www.arnoldehret.it | Libri

Luciano Gianazza Luciano Gianazza

Luciano Gianazza, traduttore dei libri originali di Arnold Ehret, e di Edwar Earle Purinton, scrive articoli di carattere filosofico spirituale che rispecchiano le sue personali esperienze lungo il cammino della conoscenza, oltre ad altri sulla corretta alimentazione dell’uomo. Ha creato il sito NikolaTesla.it per un suo voler ricordare un Uomo, Nikola Tesla, per cui nutre una profonda stima.